Mamme, avete mai pensato di far trascorrere ai vostri bambini intere giornate all’aria aperta? Lasciarli giocare tra gli alberi, rotolarsi per terra, sguazzare tra i ruscelli invece che rinchiuderli in un’aula scolastica? Si?Bene! In Italia si stanno sempre più diffondendo gli asili nel bosco.

Non sapete cosa sono gli asili nel bosco?

Sono delle vere e proprie scuole a cielo aperto. Qui i bambini vivono a contatto con la natura per imparare a conoscerla e a rispettarla. Una nuova realtà nata negli anni ’50 in Danimarca diffusasi in alti Paesi Europei e che si sta lentamente diffondendo in Italia.

Negli asili del bosco non ci sono aule, nè banchi e soprattutto niente cemento. Ci sono solo prati, boschi e ruscelli. Pioggia o sole, inverno o estate, autunno o primavera non ha importanza. Qui i vostri figli saranno più liberi, felici ed equilibrati. Impareranno a essere più sensibili, ad attivare i processi cognitivi e di sviluppare una perfetta armonia tra mente e corpo aiutando il bambino a gestire i molti stimoli, lo stress e la vita frenetica. Anche i bambini possono essere stressati.

In queste nuove realtà avranno foglie, pigne e sassi al posto di quaderni, pennarelli e giochi; il bosco sarà il loro insegnante. I bambini cresceranno con pannocchie e pane abbrustolito sul fuoco per merenda e ninna nanne sul prato. Per qualcuno può sembrare strano, per altri un sogno che si realizza.

I giocattoli non durano per sempre, ma le esperienze sì. Questa è la filosofia degli asili nel bosco.

I bambini impareranno attraverso l’esperienza e il contatto con la natura anziché crescere tra giochi di plastica e chiusi in quattro mura. Luce, buio, profumi, alberi da frutto, balle di fieno. E ancora passeggiate didattiche, giochi intorno al fuoco, col fango, coltivare l’orto e osservare la natura saranno le materie di studio.

Non solo. Questa esperienza permette ai bambini di imparare a conoscere i propri limiti e trovare il modo per superarli. La scoperta di un insetto sotto a un tronco, la meraviglia di accendere un fuoco, la felicità di riuscire a saltare oltre quel grosso ramo che taglia il sentiero. Crescere nella natura aiuta ad essere più consapevoli, responsabili, creativi e sicuri.

Qui i bambini possono dare sfogo alla loro fantasia creando mondi immaginari e inventando giochi con oggetti che trovano in natura. Imparano l’uno dall’altro e costruiscono un legame molto forte sia con la natura sia tra di loro.

Vi piacciono questi asili alternativi? Vorreste portarci i vostri figli?

L’asilo nel bosco accoglie i bambini degli ultimi anni del nido e della scuola d’infanzia. In Italia esistono diverse realtà se vivete in Trentino qui trovate una lista http www.asilonelbosco.it Nel Lazio si trova “L’Asilo nel bosco” di Ostia. Unico caso italiano in cui si pratica sistematicamente l’insegnamento all’aria aperta. In Emilia Romagna, invece, si trova  “La Scuola nel Bosco”, a cura di Fondazione Villa Chigi in collaborazione con alcuni Centri di Educazione Ambientale della Regione, il Comune e l’Università di Bologna.

Nella scuola tradizionale i piccoli imparano che l’autunno è un albero spoglio con le foglie che cadono. Nel bosco i bambini l’autunno lo vivono. In questi asili la differenza tra le stagioni gli resta molto più impressa perché la toccano con mano.

Se avete esperienze di questi asili fatecelo sapere. Siamo curiose di conoscere la vostra opinione. Vi è piaciuto questo articolo?

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta

RELATED POST

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code